Alpine Pearls  ⁄  Attualità  ⁄  News

Un buon giorno ha 100 punti

Si parla tanto di decrescita felice e di stili di vita sostenibili, ma è così semplice passare dalle parole ai fatti? I ritmi senza tregua della società in cui viviamo ci trascinano spesso, senza farcene talora rendere conto, in una spirale viziosa: lavorare di più per guadagnare di più e per poter consumare di più e più velocemente possibile.

Ma è davvero questo quello che cerchiamo? Probabilmente no. Il progetto "Un buon giorno ha 100 punti", ideato 5 anni fa dall'agenzia Kairos (Bregenz, Austria), è un bel metodo per scoprire "giocando" come le nostre scelte quotidiane influenzano in modo decisivo la qualità della nostra vita.

Possediamo sempre più cose, ma abbiamo sempre meno tempo di godercele. Il nostro consumo di risorse (e di conseguenza l'impatto negativo sull'ambiente) è sempre maggiore, mentre il nostro grado di soddisfazione non cresce di pari passo, anzi. 

Consumare di più, dunque, non rende più felici. Così come "viaggiare", in senso metaforico e non, sempre più in fretta, peggiora la qualità della vita, generando una sorta di insoddisfazione e ansia permanente. Alpine Pearls, con la sua filosofia della mobilità dolce, si sposa alla perfezione con l'idea alla base del progetto "Un buon giorno ha 100 punti" e per questa ragione contribuirà allo sviluppo ulteriore dello stesso, testandolo con abitanti e turisti di alcune Perle delle Alpi.

Ma scopriamo insieme come funziona il gioco! Quante emissioni di CO2 da parte di ciascuno di noi sono compatibili con la conservazione del pianeta? Che influenza ha il nostro stile di vita sulle emissioni di CO2 generate? Quale stile di vita è l'ideale per noi?

Ciascun essere umano, per mantenere in equilibrio il clima e il pianeta, potrebbe permettersi in media di generare circa 6,8 kg di emissioni di CO2 al giorno attraverso le sue attività e le sue abitudini di consumo. Il progetto ha convertito questo valore in 100 punti. Ogni giorno dunque ciascuno ha 100 punti a disposizione. Il nostro cibo e le nostre scelte di consumo, i nostri stili di vita, il luogo dove viviamo, l'energia che consumiamo e i nostri comportamenti di mobilità producono direttamente o indirettamente emissioni di CO2 nell'atmosfera. 

In Europa attualmente si può stimare un utilizzo pro capite di 450 punti al giorno, 4,5 volte in più dunque rispetto alle emissioni di CO2 che sarebbero compatibili con il mantenere in equilibrio il pianeta. E voi, quanti punti consumi al giorno? Chi ha voglia di scoprirlo, può testare il gioco e scoprirà un grande paradosso: il maggior numero di attività che rendono felici e che fanno di una giornata qualsiasi un "buon giorno" sono attività a basso consumo di punti (e a basse emissioni di CO2). E' dunque il superfluo a creare sconquassi e problemi, alla nostra vita, prima ancora che all'ambiente. 

Se ti sei incuriosito, prova anche tu a giocare e scopri se anche per te un buon giorno ha 100 punti